“Mamma, cosa mi metto?”

Io le dico “Non metterti sempre gli stessi vestiti” lei risponde “Non ho niente da mettermi mamma!”. Ma pensa te! Proprio una femmina.
Vogliono essere originali e uguali a tutti gli altri ragazzini allo stesso tempo. Che tu compri al mercato spendendo poco o in negozi di marca svuotando il portafogli il risultato sarà pressapoco lo stesso, saranno in un modo o nell’altro uguali a tutti gli altri. Ma l’originalità?
Il gusto di sentirsi dire “Ma dove l’hai presa quella maglia? …fighissima!”?

Oggi proviamo a unire lo spendere poco ed essere originali.
Non è difficile, basta sapere dove andare, in merceria ad esempio, ossia un fashioncustomstore, un negozio in cui puoi trovare materiali per realizzare personalizzare capi nuovi o quelli che hai già.

E ora facciamo per ‘sta figliola una maglia nuova, mica la faremo andare in giro nuda!

Materiali necessari

  • un pezzo di nastro in microfibra Marbet Due
  • velina termoadesiva
  • carta matita forbici e cutter

Il nastro in microfibra è perfetto per questo progetto, non sfila e puoi lasciarlo a taglio vivo, così puoi fare tutto senza cucire.

tshirt con scritta love

Gli step

  1. Disegna le lettere su carta e riportale sul nastro con la matita.
  2. Stira la velina termoadesiva sul retro del nastro senza togliere la carta protettiva. La velina termoadesiva Marbet è infatti un sottilissimo foglio di colla, nella confezione lo trovi adagiato su una carta che assomiglia molto alla carta forno e che ti permette di realizzare delle patch di tua fantasia. Basteranno pochi secondi di ferro da stiro e la colla si trasferirà sul nastro in microfibra come fosse una figurina, la carta la toglierai al momento in cui dovrai attaccare la decorazione.
  3. Ritaglia le lettere disegnate e togli la carta,
  4. Posiziona la scritta in negativo su una maglia e quella in positivo sull’altra
  5. Posiziona le applicazioni
  6. Stira con panno stiro Marbet. Ti serviranno 15/20 secondi a temperatura cotone.

E ora…“Tesooorooooo… guarda che ti ha fatto mamma!”

CREDITS

Questo articolo è stato scritto da Silvia Zuccherelli, la tshirt è opera sua e il materiali sono di Marbet.